MUSIC NEWS / Esce "Fumo nell'anima", la nuova mini-pellicola dei Sud Sound System

SSS FUMO NELL'ANIMA

E’ uscito ieri su Youtube “Fumo nell’anima” il nuovo videoclip dei Sud Sound System. La traccia estratta dall’ultimo album della band salentina “Sta tornu” si è contraddistinta fin dalla prima volta che l’abbiamo ascoltata per la sua profondità e per i forti messaggi contenuti al suo interno. In un Mondo che va all’inverso, in cui non si sa che fine facciano i sogni e in cui le ambizioni vengono soppresse, per i giovani farsi strada e trovare un proprio spazio all’interno della società non è affatto facile. E ciò che ti rimane è l’amaro in bocca dietro i cerchi di fumo da guardare lentamente mentre l’anima viene sempre più dilaniata. Come rendere questi concetti attraverso le immagini? A trovare la soluzione al problema ci ha pensato il talentuoso team made in Gallipoli di Girasudfilm che ha realizzato per la canzone più che un videoclip una vera e propria mini-pellicola. La troupe specializzata nella produzione di cortometraggi, spot e lungometraggi ha prescelto come location per girare le scene in cui cantano Don Rico, Terron Fabio e Nandu Popu il tetto del Castello Angiolino di Gallipoli e la parte più vecchia della città ionica. E così mentre nel video si alternano le bellissime riprese del trio si intreccia la trama della storia che si collega con il testo del brano. Infatti in questa sorta di cortometraggio un ragazzo si innamora di una prostituta fino a sparare il pappone che la sfruttava tenendola sotto il suo potere per arrivare così a salvare la bella e tormentata ragazza. In chiave metaforica la trama di “Fumo nell’anima” indica la difficoltà di oggi nel poter realizzare le proprie aspirazioni in un Sistema ormai malato e tiranno. Le donne a maggior ragione costituiscono l’anello debole di questa catena e spesso sono costrette a vendere il proprio corpo come una merce. Il videoclip drammatico per quasi tutto il tempo si conclude però con un lieto fine che allegoricamente sta ad indicare la voglia di riscatto che sempre più sta emergendo nelle nuove generazioni, soprattutto al Sud. I giovani di oggi, a differenza dei propri genitori e nonni, non hanno più intenzione di sottostare a certi meccanismi imposti dal Sistema come il ricatto occupazionale. Non vogliono essere più una pedina nelle mani dei potenti che fanno di tutto per domare l’intelligenza delle masse e per inculcare nelle menti dei ragazzi solo ciò che vogliono al fine di annientare la consapevolezza e la coscienza critica. La migliore arma per combattere tutto questo è la cultura e la controinformazione. Non a caso nella canzone risuona l’emblematico verso “Presto ancora il sole sorgerà. Presto ancora il sole splenderà”. Insomma un messaggio di speranza per il futuro in perfetta chiave Sud Sound System.

Regia di Francesco Corchia
Sceneggiatura: Andrea Carrozza
Direttore della fotografia: Andrea Bruno
Aiuto regia: Gabriele Sebaste
Segretario di edizione: Davide Pagliara
Attrezzista: Davide Ventura
Operatore Gimbal: Paolo Giuri
Make Up: Dora Paulì, Mariella Calabrese
Costumi: Emanuela Magno

Eugenia Conti

 

 

(Visited 45 times, 1 visits today)