Interview with J Written: “People have the power every day to change the way they look at themselves”

Today we have interviewed a new rising star from Jamaica: J Written. The young Artist Jason Rasheed Wright, stage name J Written, was born in 1994 and he was destined for musical prowess from an early age.

Growing up with his mother, father and two sisters, J Written’s life was blighted by financial instability and constant moving around various areas of Kingston, Jamaica.

“I was unable to socialise with my peers because of my parent’s fear of negative influences,” says Written.

“I was forced to stay inside the house with my sisters. This is how I found out writing and reading was an easy way to escape the grey reality. I wrote daily journals and personal articles on the wall of my homes.”

Writing poems, speeches and essays helped sharpen the tools he uses today. He joined the debate team at his high school Bridgeport High, which gave him the confidence he needed power.

He later discovered a talent for dance even forming a squad at the age of 16. The troupe known as the Acez Dancers took Kingston by a storm.

Despite those moves, he felt there was something missing in his life. He was still writing but dancing and writing was not enough.

I was also studying for my flying pilot’s licence and completed the first part of my training but was unable to complete the process due to economical pressures.

So, at the age 18 he started to fiddle with his old broken-down computer at home, selecting and building beats. Then he started to sing on his own riddims putting a title to one of his productions called “Top Floor Music”.

His passion for music continued: he was often visiting various prominent studios in Jamaica, including JAMINS in Trench Town.

JAMIN studio Fifth Street Trench Town has become his camp where his career began to take a new socially conscious shape. His first notable release was as lead singer with the Right Band. The track is entitled “Remember December”, which focuses on the economic stress of Christmas.  Next up he got a major release featuring international Recording Artist Alborosie entitled “Fear to Understand” that gives a different highlight in J Written’s musical journey.

Gege Vibes: Hi Written what’s up? At what stage is your musical journey?

J Written: I just observe what I see happening around me, then I transform it in lyrics of my songs. I’m also lucky cause right now I have a support team who is managing me and I’m trying to achieve the highest standard in what I do.

G.V. About highest standards in your career, what about your experience with Bunny Wailers? How did it start ?

J.W. We became connected through King Calie and Dre Tosh when they brought bredrens who I was with at that time to his museum to rehearse for a couple of shows. Over time his son and I became close, but the family did not know me as a singer, I was just the bredren around the musicians. Now they appreciate my artistic skills as well.

G.V. : What do u think is the biggest result you actually achieved during your career then?

J.W. To be honest I’ve done so much in my career, but the real highlight of all if it was when someone reached out to me saying that somehow I helped to make his burden lighter. He just listened to one of my songs. I think that’s what all artists should aim for. It means to make a positive impact on someone’s life.

G.V. You just talked about positivity. In your opinion why is it important for the new generations to keep doing positive reggae music?

J.W. I believe in all the positive music, no matter what the genre is. I found over time that I express myself better using Reggae, but whatever style is used to bring across the message is a thumbs up for me.

G.V. What’s the message beside your single ‘Fear to understand’ featuring Alborosie? And how was to collaborate with him? 

The song “Fear to understand” is showing the people who believe that they are a failure that they have the power every day to change the way they look at themselves.

G.V. Are you planning to release any official album?

J.W. Albums and more projects are always at the forefront of my mind, if I even tried to slow down and stop it would be like trying to bottle the sea. There’s lots more projects coming soon. I am currently in studios  working on my EP due to be released early next year 2021. I generally just go with what my energy tells me.

Eugenia Conti

“Lockdown” / Koffee drops a love song showing her astonishing passionate side

“Lockdown” is the brand new official song and videoclip by Koffee out now. The young Grammy Award winning Artist showed his huge fanbase how she is growing up in her career and personal life as well.

“Lockdown” is a love, passional song composed in quarantine. After the big success of her Ep “Rapture”, we are intensely waiting for Koffee’s debut album. The videoclip, realized in Jamaica choosing some amazing landscapes, is directed by Yannick Reid, co-directed by Habibi and Original Koffee Music. In the shooting there are other special appearances from the Jamaican musical industry such as Popcaan, Dre Island, Skillibeng and more.

Lyrics:

Where will we go

When di quarantine ting done and everybody touch road

Mommy, me go NASCAR

Pull up in a fast car

A nuh false start Mek you and di boss par I know you’re feeling me

You know I’m feeling you

So what now we fi do

Aye fancy How yuh heart stay, it nah no vacancy?

Last time see yuh pon FaceTime Chatting up di place

Bout you nuh want relationship

Me a go put you pon lock down

Put yuh body pon lockdown

Mmm You got me pon lock now

You got my passion unlocked wow

If you love me You should let me

You should let me

You should let me know

And if you don’t now Better fi let me Better fi let me

A better yuh let me go

Pulling up, pulling up, pulling up

Nuh bodda deal wid di bagga long talking

Me know fi now we a chill ina apartment

Hope you don’t mind me asking

Where will we go

When di quarantine ting done and everybody touch road

Mommy, me go NASCAR

Pull up in a fast car

A nuh false start

Mek you and di boss par I know you’re feeling me

You know I’m feeling you

So what now we fi do

Say you want travel

We go Hope Valley

Say you hoping your love a nuh just no tally

Make me heart full, that’s why me love you Totally

Do me own ting and me nu trouble nobody

And we watching out Pon di patio

And di neighbor dem a watch we now

Swing and me nuh miss like Pacquiao

Wa you fiending for? Hot Koffee yow Watch ya now Watch ya now

All yuh want talk bout a matrimony Any ting yuh want

Koffee got di money Me give yuh me heart beg yuh take it from me

Where will we go

When di quarantine ting done and everybody touch road

Mommy, me go NASCAR

Pull up in a fast car

A nuh false start

Mek you and di boss par I know you’re feeling me

You know I’m feeling you

So what now we fi do

 

Eugenia Conti

“Tarantella della Xylella” / Nuovo singolo di Rankin Lele e Papa Leu per denunciare la “pandemia verde” avvenuta in Salento

“Tarantella della Xylella” è il nuovo brano del conosciutissimo duo salentino Rankin Lele e Papa Leu, nonché membri e fondatori di Adriatic Sound, per denunciare il disastro naturale avvenuto in Salento negli ultimi anni. La bellissima porzione di Regione Puglia ha infatti subito un massiccio disboscamento degli antichi alberi di ulivo, che si estendevano numerosi e fittissimi sull’intero territorio, a causa di un fantomatico batterio killer denominato “Xylella”.

Il singolo è un grido di liberazione, un inno di consapevolezza e rinascita, rappresenta la sublimazione del dolore per la perdita forzata delle radici più profonde.

Ovviamente dedicata al Salento, in questa canzone i Nostri riportano l’attenzione su una piaga che ha colpito tutta la popolazione locale. Il c.d. “contagio dimenticato” o “pandemia verde” ha stravolto l’identità paesaggistica, ma anche l’esistenza di tante persone, eredi di una cultura e di una economia secolare che in maniera silente e dolorosa sta gradualmente scomparendo da questa area geografica.

I cantanti di Adriatic Sound hanno collaborato in questo brano con Uccio Aloisi Gruppu, per dar vita ad un nuovo esperimento sonoro che scava più a fondo nel solco della tradizione.

Uccio Aloisi Gruppu è una storica band salentina che interpreta musica popolare ed è stato il giusto quid da abbinare allo stile più dancehall/raggamuffin di Rankin Lele e Papa Leu. A rendere tutto ancora più magico hanno contribuito il mandolino del maestro Antonio Calsolaro, l’organetto del maestro Max Pero ed il tamburello di Paquale Pizzolante.

Il risultato è stato decisamente anti-convenzionale, ma dirompente. L’atmosfera della tune è frizzante e gioiosa, rimandando allo stesso spirito con cui un tempo si esorcizzava la paura per un destino amaro. All’epoca si cantava magari per lenire la durezza di un padrone impietoso, denotando che, ora come allora, la musica alleggerisce il cuore, ma è anche lo strumento più efficace per denunciare abusi ed ingiustizie. Il videoclip, non a caso, è stato girato in un uliveto, colpito dalla malattia e ormai privo di vita, in cui danzatrici di pizzica si dimenano a ritmo di questa melodia al fine di descrivere la passione struggente della gente salentina nei confronti della propria Terra.

“Tarantella della Xylella” è il primo singolo estratto dal nuovo album del duo salentino, registrato e mixato a Trepuzzi (Lecce). Tra i musicisti prestigiosi che hanno partecipato pienamente a questo progetto bisogna menzionare il Maestro Garofalo alle tastiere e Fossa Drummer alle batterie, entrambi componenti della band ufficiale dei Sud Sound System.

Eugenia Conti

MASSIVE B EUROPEAN TOUR / Il 10 Marzo di nuovo in Italia con una data in Salento (Video Interview Credits)

Come ogni anno torna in Europa il prestigioso sound system Massive B con Bobby Konders e la sua crew direttamente da Brooklyn, New York City. Il 10 Marzo sono di nuovo in Italia con una data in Salento, ospiti ancora una volta di Adriatic Sound, etichetta e sound system reggae salentino composto da Papa Leu, Rankin Lele e Morello Selecta. Il party si terrà a Squinzano (Le) nella rinomata black venue dell’Istanbul Cafe’. (Guarda la video intervista per Gege Vibes Magazine)

Il Sound System Statunitense è noto a livello internazionale per le proprie selezioni reggae, dancehall e Hip hop. Sono delle figure rispettatissime sulla scena mondiale dagli anni ’80.
Ogni domenica sera Bobby Konders e Jabba conducono Fire Sunday sulle frequenze di Hot 97 la radio urban di New York, seguita dalla notte reggae rituale della grande mela al The Buzz Night Club dove ospitano settimanalmente i maggiori artisti reggae.

MASSIVE B costituiscono anche una delle maggiori e prolifiche etichette discografiche di musica reggae e dancehall del mondo. Con il suo stile inconfondibile ha rivoluzionato la musica reggae e hip hop fin dall’inizio degli anni novanta quando Bobby Konders, fondatore del sound, all’ epoca dj e produttore di house music, diede alla luce il remix di Ghetto Red Hot del dj toaster jamaicano Super Cat. Non dimentichiamo che il singolo fu prodotto a due mani insieme al giovanissimo Salaam Remi che incoraggiato da Bobby Konders divenne di li a poco uno dei maggiori produttori americani, spopolando le classifiche con cantanti del calibro di Ini Kamoze, Fugees, Nas, Amy Winehouse. I due, Salaam Remi e Bobby Konders, remixando verso la metà degli anni novanta canzoni di artisti jamaicani come Bounty Killer, Cutty Ranks, Junior Demus, diedero vita ad un vero e proprio genere musicale che conosciamo oggi come Ragga Hip Hop, facendo esplodere questi artisti nel mercato hip hop mondiale e allo stesso modo influenzando indelebilmente tutta la scena e il sound hip hop di quel periodo. Forte dell’ esperienza positiva avuta con i remix degli artisti jamaicani Massive B records stamperà periodicamente singoli e riddims dancehall con artisti famosi e meno noti che diventeranno presto la scuderie dell’ etichetta, nomi come King Kong, Chronicle, Half Pint, Nicodemus, e succesivamente Chezidek, Collie Budz, Bunjy Garling, Movado, Vybz Kartel.
Fin dall’ inizio Bobby Konders decidere di metter in piedi il proprio sound system, chiede e trova collaborazione in Jabba, un personaggio molto rispettato nell’ ambiente della dancehall di New York, carismatico ed energetico Jabba diventerà ben presto la voce ufficiale del sound. Si avvicineranno poi al sound Big Dog, Chudney Shotta, Xman.
Negli anni Bobby Konders consoliderà il rapporto artistico con il veterano della dancehall jamaicana degli anni 80’ Burro Banton, il toaster dall‘inconfondibile voce che registrerà la maggior parte delle sue produzioni per Massive B Records, diventando a tutti gli effetti il terzo padrino del sound oltre a Jabba e Bobby Konders. Sono innumerevoli infatti i singoli di Burro Banton di produzione Massive B che spopolano letteralmente in tutti i party dancehall.
Bobby Konders e Jabba si occupano costantemente di produzioni di dubplates, di nuovi e influenti riddims, sono i dj resident a HOT 97 la famosa radio urban di New York, dove ogni domenica sera dalle 9 alle 11 conducono On The Reggae Tip uno dei più longevi programmi reggae di tutti i tempi, e organizzano i più importanti eventi dancehall soca hip hop della grande mela.
Il concerto annuale On the Reggae Tip un format ideato da Massive B è stato una vera e propria piattaforma di lancio per l’ esplosione della musica dancehall e registra ogni anno il tutto esaurito.
Bobby and Jabba sono anche tra gli ospiti fissi del Best of The Best Concert di Miami. Organizzano il Massive B HOT 97 Truck, un camion pieno di altoparlanti con dj, mc, ospiti speciali e ballerine, il più seguito della Labour Day West Indian Parade la più grande sfilata in maschera del Nord America un evento con oltre 3 milioni persone che si tiene ogni anno per le vie di Brooklyn.
Massive B fa ballare ogni settimana New York City all’ evento reggae dancehall della domenica di Brooklyn, il famoso Fire Sunday al Buzz NightClub.
Negli anni sono state moltissime le collaborazioni di Massive B con TOK, SHAGGY SUPER CAT, BURRO BANTON, JOHNNY OSBOURNE, DEAN FRASER, ROOTS RADICS, BOUNTY KILLER, ELEPHANT MAN, tutti questi artisti devono tanto alla passione e all’amore per questa musica di Bobby Konders e Jabba, alla diffusione e alla promozione capillare dei dischi provenienti dal Massive B studio di Brooklyn. I 45 giri della label Massive B, distribuiti in tutto il mondo, sono sempre stati delle perle nella discografia di tutti i collezionisti di reggae music, capaci di accendere party a tutte le latitudini, dancehall, soca, roots, rub a dub, hip hop, con il suo sound inconfondibile e versatile l’etichetta di Brooklyn ha segnato la storia della black music degli ultimi 20 anni. I Massive B possono essere riconosciuti come una vera istituzione nella musica reggae.

Eugenia Conti

SUD SOUND SYSTEM for WE AFRICA / Il 20 maggio live benefit a Lecce per costruire un pozzo nel Continente nero

“Sud Sound System for We Africa”. L’appuntamento è per il prossimo 20 maggio alle Manifatture Knos (Via Vecchia Frigole, Lecce). Il popolare trio salentino alla vigilia dell’uscita del nuovo album “Eternal Vibes” ha deciso di promuovere un proprio live benefit cooperando con l’agenzia Molly Arts per sostenere l’associazione We Africa to Red Earth che da tre anni agisce a livello umanitario con la mission di fornire alle popolazioni del Burkina Faso quanto necessario per vivere in condizioni dignitose.

783 milioni sono le persone che nel Mondo non hanno accesso all’acqua potabile, 2000 bambini muoiono ogni giorno a causa delle acque contaminate e delle cattive condizioni igieniche. È stato dimostrato che fornire acqua potabile e servizi igienici può ridurre le vittime del 65%. L’obiettivo del concerto è proprio quello di finanziare, con il ricavato, la costruzione di un nuovo pozzo in un Paese in cui tante persone sono ancora oggi costrette a camminare per oltre dieci chilometri per rifornirsi di un secchio d’acqua potabile. Lo scopo finale è dare alla popolazione locale il diritto alla salute che dovrebbe essere garantito istituzionalmente ad ogni cittadino.

“Sud Sound System for We Africa” rappresenterà una delle prime tappe del nuovo tour europeo della band made in Salento che, dopo aver lavorato in studio per tutto l’inverno sul nuovo lavoro la cui uscita è prevista per questa estate, è pronta per tornare a calcare i palchi europei partendo proprio dalla loro Lecce. Ma le vibes dei Sud Sound System arriveranno anche quest’anno oltre oceano in quanto è prevista la loro partecipazione al “Sum fest” di Montego Bay (Jamaica) in compagnia di Richie Stephens & The Ska Nation Band.

La line up degli artisti che saliranno con i Sud Sound System sul palco delle Manifatture Knos è bella ricca e verrà annunciata integralmente a ridosso della data stessa. Altri special guests invece saranno una sorpresa da scoprire direttamente quella sera. E’ un dovere per tutti abbracciare questa causa e dare il proprio contributo per aiutare chi è più sfortunato di noi. “Acqua pe sta terra” si chiamava un vecchio disco dei Sud Sound System ed il titolo del medesimo costituisce un vero e proprio slogan contro la lesione dei diritti dell’uomo. E’ inaccettabile che nella società del consumo e dello spreco ci sia invece un terzo Mondo abbandonato da tutti in cui nel 2017 si continua a soccombere per mancanza dei beni più primari.

Le prevendite sono disponibili su bookingshow.it

Eugenia Conti 

Interview with GAPPY RANKS in One Love Festival (Lignano Sabbiadoro, Italy)


img_0196
We met Gappy Ranks in Lignano Sabbiadoro (Italy) after an energian performance full of “Pull up”. Cheered by the crowd to go up on stage twice, Gappy Ranks did foment italian massive with his reggae made in Uk, but with Jamaican origins. Gege Vibes interviewed him at the end of the show.


Interview: Eugenia Conti

Shooting: Elena Lopresti

Editing : Morello Selecta