Line up Casalabate Music Fest 2016 / Unica data italiana di Assassin aka Agent Sasco

13653123_1085179531541212_7333673438936261682_o

 

Anche quest’anno è tutto pronto per l’evento più atteso della stagione salentina: la tredicesima edizione del Casalabate Music Festival che si terrà il prossimo 14 agosto.
Come da tradizione nella suggestiva location di Torre Specchiolla, situata sul lungomare di Casalabate, si alterneranno sul palco alcuni dei nomi più prestigiosi del panorama reggae e dancehall mondiale.
Non a caso il Festival che si è aggiudicato il titolo di “Biggest reggae party in Italy”.

Considerato un vero e proprio progetto culturale per la riqualificazione e la promozione del territorio salentino, il Casalabate Music Festival è ormai una tappa estiva obbligatoria per gli amanti del genere.
A tenere le redini della serata ai controlli della consolle ci ha pensato per anni, il celebre selecter David Rodigan che ha fatto appassionare edizione dopo edizione sempre di più la massive salentina alle sue selezioni musicali, capaci di incendiare le dancehall. The Gentleman Rudeboy, profondamente colpito dalle bellezze naturali del territorio, ha contribuito notevolmente negli anni a far conoscere il nome del Salento nel Mondo e negli anni passati è stato anche onorato con una Targa di Riconoscimento Ufficiale da parte del Comune di Trepuzzi per la promozione della cultura salentina nel mondo.

 

Quest’anno Sir Rodigan non ci sarà ma Moses Vibes Promotion e Adriatic Sound, lo storico team di organizzatori del festival assicurano comunque uno show spettacolare, sul main stage del Festival infatti ci sarà un altro ospite di livello planetario ovvero la star jamaicana del momento Agent Sasco aka Assassin, uno degli artisti più hype e rappresentativi del panorama dancehall internazionale degli ultimi anni. Assassin è ormai uno dei nomi più rinomati della reggae music e può vantare già numerose collaborazioni con i più importanti nomi della scena jamaicana e con personaggi del calibro di Kanye West e Kendrick Lamar (presente proprio nel suo ultimo album, pubblicato nel 2015). Una data unica ed irripetibile, dove l’artista jamaicano presenterà il suo recente progetto discografico intitolato “Theory of Reggaetivity”, molto apprezzato dagli addetti ai lavori.

Dal 2000 in avanti, Assassin ha registrato un gran numero di hit con tantissimi veterani del genere, tra cui Beenie ManBounty KillerSpragga Benz e Buju Banton (la cui voce ricorda molto quella di Assassin). Il suo primo singolo inedito sale in cima a più di cinque classifiche reggae. Assassin fa parte della Penthouse Records, l’etichetta del leggendario produttore Donovan Germain che ha sempre gestito artisti importanti come Buju BantonWayne WonderTony Rebel e più recentemente Romain Virgo.

Nel 2004 firma con la VP Records, con la quale incide due album: quello di debutto nel 2005 “Infiltration” (in cui sono raccolte le sue hit uscite tra il 2004 e gli inizi del 2005 più dodici tracce esclusive) e “Gully Sit’n” nel 2007, entrambi acclamatissimi dai fans e famosissimi in tutto il mondo.

Già dal 2006 compare accanto al suo nome un ulteriore nickname, Agent Sasco (‘Agent‘ preso in prestito dalla colonna sonora di James Bond, mentre ‘Sasco‘ è un derivato della parola ‘Assassin‘ assegnatogli dagli amici).

La musica di Agent Sasco è innovativa, brillante e tutta da ballare. La sua naturale attitudine a trasmettere l’esperienza umana attraverso ritmi orecchiabili e le verità messe in musica sono le basi del suo lavoro.

L’artista veramente poliedrico è capace di destreggiarsi tra più stili musicali con una naturale disinvoltura.

 

 

Oltre all’esclusiva data italiana del tour europeo di Assassin aka Agent Sasco, il Casalabate Music Festival offrirà una esclusiva esperienza dancehall dove nella stessa notte si esibiranno alcuni tra i più grandi sound system europei : Sentinel Sound (Ger), Silly Walks (Ger), One Love Hi Powa (Ita), Adriatic Sound (Ita) e G Force Sound (Ger).

Sentinel Sound da Stoccarda, già campioni del mondo nel World Clash 2005 a New York (unico sound europeo che può fregiarsi del titolo) e partecipanti a tutti i clash di spessore organizzati dai migliori promoter del mondo…

13767119_1090216994370799_4036523301890876928_o

La crew è una vera e propria macchina da intrattenimento che sa offrire uno spettacolo completo e coinvolgente con i suoi scatenati mc ed i mix perfetti dei Dj. “Travelling in the name of reggae” è l’hashtag da loro creato proprio perché hanno girato ogni Nazione al fine di sprigionare il messaggio contenuto in questa musica.

 

Silly Walks Discoteque è un altro sound che viene sempre da Amburgo in Germania ed è una dellle crew di produttori più forti d’Europa (Brighter Days Riddim, Honey Pot Riddim and many more).

13708321_1087775311281634_4941150467198575231_o

Silly Walks Discotheque è un Sound system foundation, un team di produttori ed una label discografica, attivi dal 1991.
Appartengono di diritto ai pionieri della musica reggae in Europa.
Hanno supportato negli anni 90 i primi passi della strepitosa carriera di Gentleman , ora la crew è formata, da Oliver Schrader alle selezioni dei dischi e da Josha Hofmann.

Sono attualmente una delle formazioni più popolari d’Europa e sono costantemente in tour in Europa, così come in Africa e nelle Americhe.
Il loro spettro musicale si estende su tutti i tipi di Reggae da cinque decenni (dallo Ska al bashment) speziato con un crossover che arriva fino al club sound africano e latinoamericano.
Alternano con successo la loro attività di Sound System con la produzione discografica, non ci sbagliamo se li definiamo i più prolifici e creativi produttori in Europa.
Sono numerosi i successi nel loro catalogo che vanta collaborazioni con tutti i nomi più importanti egli ultimi anni da Capleton a Gentleman, Luciano e sono autori del successo di molti reggae artists della new generation come Chronixx , Sara Lugo, Kabaka Pyramid, Protoje ed Assassin.

I padroni di casa nonché organizzatori dell’ evento Rankin Lele e Papa Leu insieme a Morello Selecta con il loro Adriatic Sound, il sound system tedesco G- Force Sound, e il rispettatissimo sound system romano One Love Hi Powa potenzieranno come al solito il main stage con la loro grande energia.

Anche quest’anno saranno svariati gli showcase di artisti pugliesi e nazionali che hanno sempre trovato nel palco del Casalabate Music Festival un’ottima vetrina per poter far conoscere i propri lavori musicali : dai GHETTO EDEN a KRIKKA REGGAE, da ZAKALICIUOS ad ENA GHEMA e tanti altri upcomig artist.

Una delle novità importanti di questa edizione sarà la Arena Sound System un area dedicata a grandi sound system autocostruiti fra i più importanti in italia, questo proprio per celebrare la cultura reggae e dancehall.

Hanno già confermato la loro partecipazione nell’ Arena Sound System, con il loro gigantesco impianto sonoro, One Love HiPowa, Brigante Sound, Black Star Line, Koolometoo Sound System, Petra De Sule, Bad Side Sound. Su questi grandi hi-fi si alterneranno molti dj e selectors locali, Mighty Bass, Zakà, Giorgio Rude, Kika Dj, IzI, Fire Burn, Ena Ghema, Lumera, Hypest Team.

L’ Arena Sound System sarà attiva già dal primo pomeriggio e si potrà accedere con il biglietto d’ ingresso al festival, una giornata all’ insegna delle vibrazioni uniche della Reggae Music.

Altri super ospiti saranno annunciati a sorpresa direttamente durante il Festival.

LINE UP

CASALABATE MUSIC FESTIVAL 2016

Main Stage

ASSASSIN aka Agent Sasco (Jam)

RANKIN LELE PAPA LEU (ITA)

SENTINEL SOUND (GER)

ONE LOVE HI POWA (ITA)

SILLY WALKS (GER)

GHETTO EDEN / KRIKKA REGGAE / ZAKALICIOUS

MATTUNE / LU DOTTORE / LUCABAD

G FORCE SOUND

 

Dal pomeriggio Sound System Area

H 21:00 ONE LOVE HP

H 20:00 BRIGANTE SOUND guest, MORELLO SELECTA, GIORGIO RUDE

H 19:00 BLACK STAR LINE guest IzI, & more

H 17:00 KOOLOOMETOO guest ENAGHEMA, LUMERA, RUN IT SOUND

H 16:00 PETRA DE SULE guest FIRE BURN, ZAKA, HEART ON FIRE

H 15:00 BAD SIDE guest, KIKA DJ, HYPEST TEAM

and more Special Guest to be annunced!!!

 

 

Torre Specchiolla, Lungomare Casalabate (Le)

DOOR OPEN 12:00

Start h 15.00

Ticket in promozione a 5 eu + dp su Bazinga Ticket

MORE AT DOOR
http://www.bazingaticket.com/casalabate-music-festival-2016/

 

 

More info on the official website http://www.casalabatemusicfestival.org/

Eugenia Conti

CASALABATE MUSIC FESTIVAL / Aspettando la XIII edizione in Salento

image

Anche quest’anno è tutto pronto per l’evento più atteso della stagione salentina: la tredicesima edizione del “Casalabate Music Festival”.

Come da tradizione pluridecennale nella suggestiva location di Torre Specchiolla, situata sul lungomare di Casalabate, si alterneranno sul palco alcuni dei nomi più prestigiosi del panorama reggae mondiale. La line up artistica definitiva sarà pubblicata a giorni sui canali social ufficiali del Festival che si è aggiudicato il titolo di “Biggest reggae party in Italy”.

Considerato un vero e proprio progetto culturale per la riqualificazione e la promozione del territorio salentino, il Casalabate Music Festival è ormai una tappa estiva obbligatoria per gli amanti del genere. A tenere le redini della serata ai controlli della consolle ci ha pensato per anni il celebre selecter David Rodigan che ha fatto appassionare edizione dopo edizione sempre di più la massive salentina alle sue selezioni musicali capaci di incendiare le dancehall di tutto il Pianeta.

The Gentleman Rudeboy, profondamente colpito dalle bellezze naturali del territorio, ha contribuito notevolmente negli anni a far conoscere il nome del Salento nel Mondo pubblicizzando il Casalabate Music Festival a livello internazionale.

Ad affiancare Rodigan nelle diverse edizioni sul palco di Casalabate ci sono stati personaggi della scena jamaicana del calibro di Gappy Ranks, Johnny Osbourne , Bass Odissey, Shuga e Richie Stephens, col quale è nato il progetto discografico “Internationally”, sintesi del sodalizio artistico tra lo stesso ed i salentini Adriatic Sound, oggi ribattezzati Ska Nation Band.

Adriatic Sound, Sud Sound System, G-Force, Morelove Music, GGD, Zakalicious, Krikka Reggae sono soltanto alcuni dei nomi della scena europea che hanno partecipato alle varie edizioni del Casalabate Music Festival. L’evento inoltre è sempre stata una grande vetrina per gli artisti reggae locali, dai più emergenti ai più conosciuti, che hanno avuto la preziosa opportunità di esibirsi sullo stesso stage dei più importanti rappresentanti viventi della reggae e dancehall music mondiale. Ghetto Eden, Striunizzu, Petra de sule, Morello Selecta e tanti altri ne sono l’esempio.

In attesa di conoscere i dettagli dell’evento e i nomi degli ospiti del prossimo Casalabate Music Festival i biglietti per il 14 agosto sono già disponibili sul sito ufficiale www.bazinkaticket.com.

Per un ferragosto de “fuecu”.

Eugenia Conti

RECORD REVIEW / Senegalentino il nuovo album dei Ghetto Eden

senegalentino

Dal 30 settembre è disponibile in tutti gli store digitali e nei migliori negozi di dischi“Senegalentino”: nuovo progetto dei Ghetto Eden, crew leccese-senegalese composta da Khadim Diene, Flavio Montinari, Malick Lo e Dj Zinfo. L’album, arrangiato eccellentemente da Papa Leu e dal Maestro Alessandro Garofalo (Bag a Riddim Band) e prodotto dall’etichetta Salento Sound System dei Sud Sound System di cui i Ghetto Eden sono ottimi allievi ed eredi, fonde i sound tipici dei rispettivi paesi di provenienza a cui i Nostri hanno voluto rendere omaggio. E così si alternano ai ritmi afro, etnici, reggae e rootz, le sonorità tradizionali della pizzica e della taranta. Non mancano le contaminazioni raggamuffin, dancehall con l’aggiunta di un pizzico di hip-hop (specie nella traccia “In this Life” in collaborazione con Guè Pequeno). Le liriche poi spaziano dall’inglese all’italiano, dal dialetto salentino al wolof. Il titolo dell’album è emblematico. “Senegalentino” rappresenta il sodalizio musicale e umano indissolubile tra due caldissime terre, ricche di similitudini. La terra rossa, le coste mozzafiato, le cave di bauxite, lu “sule ca scarfa” e le danze convulsive del Salento si legano e si sposano con le bellezze naturali, i rituali, la spiritualità e le percussioni del Senegal. Un incontro tra popoli che viene suggellato attraverso le note. Non a caso il disco si apre proprio con il brano “African Dance” featuring Sud Sound System, Rankin Lele, Papa Leu e Striunizzu. I più influenti nomi della scena reggae salentina, in una commistione tra old e new generation, celebrano insieme sullo stesso beat lo scambio multidisciplinare e l’integrazione tra culture che contribuiscono ad impreziosire sempre più il patrimonio immateriale del Salento. Il primo singolo estratto è “Summertime”, il cui videoclip è stato girato a ridosso del Bacino di Torre Chianca, località balneare sita vicino Lecce. L’area dall’alto valore naturalistico costituisce lo scenario ideale per supportare le istanze espresse dai Ghetto Eden nei propri testi quali il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente in cui si vive. La location si è prestata a diventare la cornice di una mega dance hall-acquatica. L’impianto a basso impatto ambientale utilizzato durante le riprese rappresenta l’espressione di principi come quello della sostenibilità. Le scene di “Summertime” raccontano come vivere “senegalentinamente” l’estate e conseguentemente la vita. Quanto ai contenuti del cd, i messaggi da estrapolare sono tanti: da quelli anti-lusso e anti-globalizzazione, alla critica del Sistema corrotto di oggi, delle istituzioni che ci rappresentano, del signoraggio e della politica. Tema dominante quello dell’anti razzismo: lo straniero infatti non deve essere osservato con un atteggiamento xenofobo, ma piuttosto come un valore aggiunto per la comunità. I Ghetto Eden con il loro secondo prodotto discografico rompono le barriere dei pregiudizi e dei luoghi comuni per indurre l’ascoltatore alla riflessione, a comprendere i principi di amore universale e a lasciarsi trasportare dalla felicità che ogni colore, immagine o suono può dare.

Eugenia Conti