BRAND NEW 2020 / “Mama Africa”- Playing for Change ft. Andrew Tosh

“This song was originally written and performed by the late, great Peter Tosh and speaks about the beauty and strength of Africa. We united Peter’s son, Andrew Tosh, with Donald Kinsey and Fully Fullwood who performed with Peter many years ago and added musicians all over the world from Africa to Jamaica to the USA. Turn it up and feel how the heartbeat of Africa resonates through this uplifting song.”-said Playing for Change Management about one of their latest releases.

Released three weeks ago, “Mama Africa” is a unique tribute to the Motherland with the contribution of Andrew Tosh. Join the movement to find out a lot of other unique songs around the World featuring international and street musicians, recording artists such as Stephen Marley, Manu Chao, Bunny Wailers, Bono Vox and many more, but especially follow the humanitarian projects of Playing for Change foundation, a 501(c)3 nonprofit organization dedicated to building music and art schools for children around the world, creating hope and inspiration for the future of the planet.

No matter who you are or where you come from, we are all united through music is the shared vision between PFC co-founders, Mark Johnson and Whitney Kroenke. In 2002 they decided to hit the streets of America with a mobile recording studio and cameras in search of inspiration and the heartbeat of the people. This musical journey resulted in the award-winning documentary, “A Cinematic Discovery of Street Musicians.”

In 2005, Mark Johnson was walking in Santa Monica, California, when he heard the voice of Roger Ridley singing “Stand By Me.” Roger had so much soul and conviction in his voice, and Mark approached him about performing “Stand By Me” as a Song Around the World. Roger agreed, and when Mark returned with recording equipment and cameras he asked Roger, “With a voice like yours, why are you singing on the streets?” Roger replied, “Man I’m in the Joy business, I come out to be with the people.” Ever since that day the Playing For Change crew has traveled the world recording and filming musicians, creating Songs Around the World, and building a global family.

(Playing for Change press release)

 

Subscribe to PFC newsletter: http://bit.ly/1x9CAfJ

Join as a PFC Member: http://bit.ly/JoinAndSupportPFC

Join PFC as a YouTube Member: https://www.youtube.com/channel/UCn25…

GET SOCIAL

https://www.facebook.com/PlayingForCh…

https://twitter.com/playing4change

http://instagram.com/playing4change

 

 

25 ANNI SUD SOUND SYSTEM / “Reggae : voce del popolo che esce dall’anonimato”

13996066_1678107379179815_8469882823665545063_o (2)

25 anni di storia. 25 anni di musica. Quest’anno i Sud Sound System festeggiano le nozze d’argento con il Reggae.

E’ passato già un quarto di secolo da quando il famoso gruppo reggae salentino è nato. Proprio quest’estate per celebrare quest’avvenimento Nandu Popu, Don Rico e Terron Fabio hanno raggiunto la Jamaica dei loro sogni dove hanno dato vita a un bel mini tour di successo tra Kingston e Montego Bay. Si è creato così il sodalizio artistico con Richie Stephens & Ska Nation Band (ovvero la loro band Bag a Riddim ampliata dalla sezione fiati dei Vudz). Quest’unione ha dato vita ad un bellissimo album dal titolo Internationally, la cui title track è proprio quella in combination coi Sud Sound System. Un altro progetto istituzionale che è nato sempre a seguito della conoscenza con lo Stephens è il gemellaggio culturale tra Kingston e Salento e tra le rispettive università. Da Sud a Sud, i Nostri sono l’espressione della salentinità che gira il Mondo attraverso la propria arte. Li abbiamo intervistati al Rototom Sunsplash di Benicassim (Spagna) prima del loro show sul main stage del festival. Ci siamo resi conto di quanto, dopo un quarto di secolo, le tematiche delle tre esse siano ancora attuali anche tra più generazioni di persone e sempre coerenti contro il sistema di Babylon. Il reggae, come dice Terron Fabio, è la voce del popolo che esce dall’anonimato non attraverso la cronaca nera, ma attraverso la musica.

Perché la musica è libertà…

Intervista Eugenia Conti

Shooting Giorgio Nuzzo

Editing Stefano Bianchi

Special thanks to :

Sud Sound System Official, Rototom Sunsplash, State of Mind

ROTOTOM SUNSPLASH DAY 06 REPORTAGE / Con Manu Chao notte da record nella storia del Festival

DSC_3969

Da record la sesta serata del 18 agosto 2016 al Rototom Sunsplash (Benicassim, Spagna). Alle 19:00 le decine di migliaia di biglietti disponibili sono stati già tutti venduti registrando un sold out da record nella storia pluridecennale del Festival. La causa di tutto ciò è soprattutto la presenza sul main stage del grande cantante franco-spagnolo Manu Chao, ormai adorato da diverse generazioni di persone in tutto il Mondo. L’artista peraltro umilissimo e sempre sorridente si è esibito in un live da paura di oltre due ore ma andiamo per gradi partendo dall’inizio dello spettacolo.

In apertura infatti del Day 06 troviamo sul palco il reggae singer Tarrus Riley dal Bronx di New York. Le origini però sono jamaicane al 100 per 100 dal momento che il padre dello stesso era a sua volta un noto veterano dell’isola : Jimmy Riley.

Con numerose nomination ricevute alle spalle e vincitore di awards, Trrus Riley ha tenuto uno show al Rototom Sunsplash molto sentito dalla massive. In apertura la bella e talentuosa Alaine, altra artista americana/jamaicana che già aveva calcato il palco del Festival nell’edizione 2009. Quando Tarrus è andato in conferenza stampa after show tanti sono stati i media e gli artisti interessati nell’ascoltarlo. Gli è stato chiesto cosa pensasse degli altri generi musicali e dell’evoluzione della reggae music ed ha risposto che apprezza qualsiasi tipo di sound quando è bello. Se il suono ha un’armonia significa che è giusto che esista. L’intervento di Riley è stato chiuso con un applauso calorosissimo.

E’ stata poi la volta on the main stage di Gentleman’s Dub Club. L’artista made in Uk è tornato con un sound del tutto rinnovato, con una nuova band molto più dub e bisogna dire che la sua originalità è stata accettata di buon grado dal pubblico. Della serie che sperimentare nuove cose si è rivelata la mossa giusta che ha permesso a Gentleman di rinnovarsi sul mercato europeo. Quest’estate infatti non a caso ha partecipato a molti dei più importanti festival reggae del Continente.

Successivamente si è esibito Biga Ranx, artista reggae francese molto seguito soprattutto nella propria Nazione. Quest’ultimo anche se ancora giovane ha dimostrato personalità e con la raffinatezza che lo contraddistingue ha dimostrato di quanto il suo flow sia preciso e pulito.

Come dicevano i latini dulcis in fundo… una ventata di gioia, allegria ed adrenalina è arrivata sul palco nel momento in cui è iniziato lo spettacolo di Manu Chao con la sua fantastica band La Ventura.

Sorprendenti i fiati con il trombettista Gabriele Blandini ed il trombonista Gianluca Ria, entrambi salentini doc scovati casualmente in Italia da Manu Chao, il quale fin da subito è rimasto impressionato dalla loro energia mentre suonavano. Ma non finisce qua. C’è stato un altro ospite made in Salento. Infatti anche Nandu Popu ha raggiunto il main stage per cantare tre strofe dei Sud Sound System sulla base punk latina del Nostro che lo accompagnava alla chitarra. Un esperimento molto interessante che si è tradotto in un bellissimo featuring sul palcoscenico.

Per tutto il tempo del live dal pubblico sono svolazzate sinuose le bandiere di tutte le nazionalità. Le persone unite in quell’occasione come una famiglia, tutte insieme nel nome di quella musica e di Manu hanno creato un clima assolutamente anti-razzista e di aggregazione.

Il suo stile a cavallo tra punk, reggae, ska, rock, salsa latina e molti altre sonorità non è catalogabile in un genere ben defenito. E’ stile Manu Chao. Punto. Impossibile da imitare o da sostituire. E così il vivacissimo singer con la propria chitarra a tracolla ha coinvolto la massa per oltre centoventi minuti con una facilità imbarazzante.

Abbiamo incontrato persone di ogni luogo giunte al Rototom Sunsplash apposta per vederlo. Addirittura c’era gente che veniva dall’Argentina o comunque dal Sud America dove il nostro è estremamente famoso.

Le sue liriche di denuncia ne sono il merito. Il suo background familiare anche. Ricordiamo che lo stesso è figlio di un noto giornalista spagnolo che dovette rifugiarsi a Parigi per sfuggire alla dittatura di Franco. In casa di Manu Chao da ragazzo arrivavano spesso rifugiati politici proprio del Sud America. Questi ultimi sono stati di grande ispirazione per la sua musica ed un arricchimento molto importante per il proprio bagaglio culturale ed artistico. “Clandestino”, “Desaparecido”, “Me gustas tu” sono stata cantate all’unisono e con immensa passione dalle infinite persone presenti per l’occasione.

La musica incessante, il ritmo caliente, i fiati imponenti che accompagnavano la chitarra di Manu in prima linea hanno reso la fine della sesta serata del Rototom 2016 un vero e proprio incanto.

Photo gallery :

Articolo Eugenia Conti

Pics Giorgio Nuzzo

VIDEO INTERVISTA CON I VUDZ : “Dal Salento vi presentiamo il nostro album Balkan Trip”

vudz

E’ uscito lo scorso 27 maggio ed è disponibile in tutti gli stores digitali nonché in copia fisica il nuovo album della band salentina Vudz dal titolo Balkan Trip. La formazione interamente made in Salento viene dai principali circuiti artistici nazionali ed internazionali. I musicisti dei Vudz infatti hanno collaborato con artisti come Sud Sound System, Manu Chao, Roi Paci, Folkabbestia, Negramaro, Richie Stephens, Neffa e tanti altri… Il versatile quintetto è composto da Giancarlo Dell’Anna (tromba),Marco Rollo (piano e synth), Luca Manno (sax), Gianluca Ria (bassotuba) e Cristian Martina (batteria). I cinque amici hanno deciso di intraprendere insieme questo ambizioso progetto dal sound molto particolare. Infatti nei brani vengono abbinate le sonorità tipiche balcaniche a quelle della tradizione salentina contaminate con il funk, il jazz, lo swing, il rocksteady ed addirittura alle volte una punta di elettro. Il disco vanta poi i featuring di moltissimi musicisti rinomati come ad esempio quelli con il chitarrista Lele Spedicato e il sassofonista Rosario Giuliani. Anche i featuring con i cantanti non sono da meno. In primis spicca il nome di Neffa, il veterano che di certo ha bisogno di presentazioni e poi da non sottovalutare le voci brillanti dei giovani talenti del posto Giorgia Faraone e Vincenzo Baldassarre.

13315361_10209582531185320_5645144638100767320_n 13335826_10209582530505303_6109965773093963295_n (1)

(Credits Giulio Rugge)

Più che un gruppo i Vudz sono una vera e propria comune, come hanno specificato ai nostri microfoni. Abbiamo realizzato questo video circa un mese fa al Womb di Lecce post conferenza stampa di presentazione del loro “Balkan Trip”. Di fronte alle telecamere di Gege Vibes i Nostri ci hanno raccontato dell’evoluzione del proprio percorso artistico, di come sono arrivati fino a questo punto cruciale loro della carriere e dei sogni futuri a cui ambiscono. Il risultato del tutto è in questa simpatica video intervista dal tono scherzoso, ma dai contenuti molto interessanti.

Intervista : Eugenia Conti

Riprese : Giorgio Nuzzo

Montaggio : Morello Selecta

Special thanks to :

Vudz – Claudia Mangione – Womb Lecce – Parkour di Sama Lo – Funky Cafe – Get up Music – Live & Survive

ROTOTOM & FRIENDS EUROPE IN SALENTO / Lo show dei Sud Sound System (video e photo gallery)

DSC_0376

Durante la tappa salentina del Rototom & Friends Europe, il tour primaverile da poco terminato e che ha portato un pezzetto del festival Rototom Sunsplash in 16 diverse città d’Europa, si sono esibiti sul palco delle Industrie Musicali di Maglie anche i Sud Sound System. In un simile evento non potevano infatti mancare Don Rico, Terron Fabio e Nandu Popu ovvero la band che da venticinque anni ha contribuito attraverso i testi delle proprie canzoni a far conoscere il Salento e le sue tradizioni nel Mondo.

DSC_0334 DSC_0346 DSC_0372 DSC_0383 DSC_0420 DSC_0453 DSC_0477 DSC_0496 DSC_0508 DSC_0517 DSC_0519 DSC_0531 DSC_0532

 

A partire da domani i tre ambasciatori del Reggae saranno occupati col proprio tour europeo tra Londra, Germania ed Amsterdam. Dulcis in fundo in occasione dei 25 anni di carriera artistica degli stessi a giugno ci sarà invece il tour in Jamaica, una terra magica, nonché madre di tutti i generi musicali a cui i Nostri si sono sempre ispirati. A Montego Bay saranno ospiti nel live del veterano cantante Richie Stephens, vincitore di più Grammy Awards e con cui hanno inciso insieme il brano “Internationally”, title-track dell’omonimo album dello Stephens in collaborazione con Ska Nation Band, ensamble salentino composto proprio dai musicisti storici della Sud Sound Family.

Ad agosto invece i Sud Sound System sono già riconfermati per l’ennesimo anno nella line-up del main stage del Rototom Sunsplash a Benicassim in Spagna. Per questa edizione 2016 canteranno sullo stesso palcoscenico Manu Chao, Morgan Heritage, Damian Marley e tantissimi altri. I Sud nonostante la popolarità non hanno mai rinunciato ad utilizzare il dialetto salentino nelle liriche dei brani, facendo così in modo che questa lingua diventasse quasi universale anche al di fuori del proprio territorio. Non a caso lo scorso 30 aprile alle Industrie Musicali abbiamo sentito l’esigenza di cantare insieme a loro i pezzi nuovi e quelli più datati, tutti uniti, dai ragazzini alle persone ultracinquantenni.

Il live è stato spumeggiante. Si sono alternati come sempre momenti di denuncia per urlare No al carbone, No all’abbattimento degli ulivi, No ai Man in Pasta che abbiamo al Governo, a momenti più divertenti e in cui potersi scatenare. La ballata “Do parole” è stato l’esempio lampante di quanto il pubblico ha potuto sprigionare la propria gioia seguendo le loro vibrazioni positive. Gli amatissimi reggae singers hanno salutato i fans e chiuso la tappa salentina del Rototom & Friends Europe con “Orizzonti” facendo esplodere i presenti in un boato finale.

Perché la musica è libertà…

Articolo : Eugenia Conti

Riprese e foto : Giorgio Nuzzo

 

 

 

DOPPIA PRESENTAZIONE / Internationally e Balkan Trip Releases Party al Womb di Lecce

13041095_1053950211338126_2200953271711463557_o

Il prossimo appuntamento in Salento per gli amanti delle vibes di matrice black ed etniche è venerdì 29 aprile a partire dalle ore 18:00 al Womb di Lecce. Si terrà infatti una doppia presentazione dei progetti discografici “Internationally” e “Balkan Trip”, rispettivamente di Richie Stephens & Ska Nation Band e del quintetto Vudz. Andando per gradi “Internationally” è appunto il nuovo disco del veterano cantante reggae jamaicano Richie Stephens e della formazione made in Salento Ska Nation Band. “Internationally” è l’album che unisce il Salento alla Jamaica nel supremo nome della musica Ska con dei featuring eccezionali tra cui Sly & Robbie, Sean Paul, Stephen “Lenky” Marsden, Kirk Bennett, Gentleman, Cleveland “Clevie” Browne, Dean Fraser, Sud Sound System, Rankin Lele & Papa Leu. L’album uscito lo scorso 15 aprile su iTunes e in tutti gli stores digitali per Pot Of Gold/Adriatic Sound/Zojak World Wide ha già un videoclip online sul web dal titolo “Fire fire” e girato tra le splendide spiagge di Kingston e il piccolo, ma mozzafiato paesino lucano di Bernalda. Il video vanta anche la partecipazione di molti ballerini tra i quali la dancehall queen jamaicana Kimiko Versatile e la dancer tarantina Sonia Cubanita.

Durante la conferenza stampa ci sarà la possibilità di assistere alla proiezione in sala del videoclip insieme ai registi locali Federico Giannace e Ismo. Saranno inoltre presenti i componenti di SKA NATION BAND al completo ovvero quell’ensamble di nove musicisti salentini formato da: Rankin Lele, Papa Leu, Luca Manno (Opa Cupa, Giro di Banda, Sud Sound System e Vudz), Gianluca Ria (membro attivo della band di Manu Chao) , Giancarlo dell’Anna (già brass section per Negramaro e Folkabestia) “Maestro” Garofalo (primo tastierista reggae italiano e componente della Bag a Riddim band), Antonio “Fossa” (Bag A Riddim – Sud Sound System official band), Leo Klaus (Bag A Riddim – Sud Sound System official band) e Morello Selecta (Adriatic Sound).

Il disco, composto da 14 tracce, è un omaggio in tutto e per tutto alla vera ed originale musica Ska della Jamaica, senza la quale il reggae di oggi a cui siamo tanto legati non sarebbe mai potuto esistere. Lo stesso Richie Stephens da Kingston ha registrato questo video messaggio per invitare tutti all’evento in questione.

L’album, grande progetto internazionale e già ai primi posti delle charts Reggae- Ska di Itunes sia in Italia che negli Stati Uniti, è stato registrato ed arrangiato sia all’Adriatic Sound Studio in Salento che in Giamaica nei leggendari studi Mixing Lab, Big Yard, Kirkledove, Steelie & Clevie, Area 39/Diwali 40/40 Productions. Tutte le tracce sono state masterizzate da Riccardo “Ohm Guru” Rinaldi a LeDune Studio di Ravenna.

Seguirà poi la presentazione del nuovo progetto dei VudZ, formazione musicale formata da Giancarlo Dell’Anna (tromba), Marco Rollo (piano e synth), Luca Manno (sax), Gianluca Ria (bassotuba) e Cristian Martina (batteria). Un incontro di amici provenienti dai principali circuiti artistici del Salento, noti musicisti impegnati da anni in importanti collaborazioni (Opa Cupa, Manu Chao, Sud Sound System, Negramaro, Folkabbestia, Roy Paci ecc.), che danno qui vita ad un quintetto versatile e fresco, capace di proiettarsi verso un ampio orizzonte sonoro. Un progetto dinamico, caratterizzato da un personalissimo sound capace di catalizzare l’energia delle più diverse contaminazioni musicali in un viaggio, appunto un “trip”, che muove dalle atmosfere balkan, occidentalizzandole, attraverso i territori del funk, del jazz, dello swing, del rocksteady e dell’elettronica. Brani originali, curati negli arrangiamenti, che creano un’architettura di ritmiche sovrapposte tutte da ballare.

Terminata la conferenza ci sarà il party vero e proprio con il live concert dei Vudz- Balkan Trip e l’immancabile selezione musicale reggae, ska e dancehall di Adriatic Sound, accompagnati alli controlli della consolle da G-force, noto sound system tedesco e da altri special guests a sorpresa.

 

Programma evento

 

Ore 18:00 conferenza stampa

Presentazione del disco “Internationally” di Richie Stephens & Ska Nation Band

Presentazione nuovo progetto musicale Vudz

Presentazione videoclip

a seguire Aperitivo Musicale

 

ore 22:00

CONCERTO VUDZ

SKA REGGAE DANCEHALL PARTY

ADRIATIC SOUND – G FORCE

 

Venerdì 29 Aprile 2016

INGRESSO GRATUITO

fino alle 00:00 dopo 5€

 

@ WOMB

USCITA TANGENZIALE 11/A

CASTROMENDIANO, CAVALLINO – LECCE

Eugenia Conti